monicapittaluga.it logo

The Time Left

Hospice Antea - Roma, Italia
2018-2020

La nostra relazione con la malattia e la morte imminente, il distacco dagli affetti sono esperienze profonde e dolorose, imprescindibili dalla vita stessa eppure marginalizzate e difficili da esplorare.
La nostra mente infatti ha una comprensione razionale della eventualità che il corpo possa ammalarsi e la vita, così come la conosciamo, possa terminare. Questa cognizione ci accompagna per tutta la vita e viene messa da parte fino a quando l’evento ci colpisce in prima persona, e diviene quindi consapevolezza.

Il progetto fotografico The Time Left si interroga sulla vita osservata dalla prospettiva rovesciata della terminalità.
Gli scatti sono stati realizzati nell’Hospice Antea, che da oltre trenta anni eroga cure palliative ai malati non più suscettibili di guarigione, in Hospice come a domicilio nel territorio del comune di Roma.

Con i miei scatti cerco di entrare in contatto intimo con la persona malata, esplorandone i gesti della vita quotidiana, così come gli ambienti in cui vive. La mia attenzione è spesso catturata dai dettagli del corpo, come le mani, che rivelano i mutamenti fisici imposti dalla malattia e dalla morte imminente. Sono attratta dagli oggetti che trovo nelle stanze dei pazienti, che mi raccontano della vita e della morte attraverso un linguaggio intimo e simbolico.


Hospice Antea - Rome, Italy
2018-2020

The relationship with illness and imminent death, one’s own and that of others, the detachment from loved ones, are the most profound and painful life issues, but also the most unexplored and marginalized during the course of our existence.
In our mind, death and frailty have a cognitive and rational mental space that is far from reach a true and deep awareness.

Life described from the reversed perspective of death is the core issue of the photographic project The Time Left, started in 2018 and still ongoing. Photos have been taken in the Hospice of Antea, a foundation that from over 30 years is providing palliative care, in Hospice as well as in their owns homes, to patients who are no longer curable.

With my pictures I try to be in deep contact with the patients, exploring their gestures in daily life as well as their environment. I am also intrigued by body details, as the hands, that reveal the physical changes imposed by disease and coming death. My attention is often captured by environment details, as well as by the objects that I find in the patients’ rooms, that speak to me of life and death through an intimate and symbolic language.







ITA - Informativa sui cookies • Questo sito internet utilizza la tecnologia dei cookies. Cliccando su 'Personalizza/Customize' accedi alla personalizzazione e alla informativa completa sul nostro utilizzo dei cookies. Cliccando su 'Rifiuta/Reject' acconsenti al solo utilizzo dei cookies tecnici. Cliccando su 'Accetta/Accept' acconsenti all'utilizzo dei cookies sia tecnici che di profilazione (se presenti).

ENG - Cookies policy • This website uses cookies technology. By clicking on 'Personalizza/Customize' you access the personalization and complete information on our use of cookies. By clicking on 'Rifiuta/Reject' you only consent to the use of technical cookies. By clicking on 'Accetta/Accept' you consent to the use of both technical cookies and profiling (if any).

Personalizza / Customize Rifiuta / Reject Accetta / Accept
Link
https://www.monicapittaluga.it/the_time_left-s3565

Share link on
Chiudi / Close
loading